Tra Grafica Sociale e Scuola Cinema, Silvia Amato Petragnani è la Responsabile Comunicazione Visuale Mete Onlus

Silvia Amato Petragnani, da sempre è interessata ai diritti umani schierandosi a sostegno delle fragilità di ogni tipo. E’ il proprio vissuto esperienziale a tracciarle il percorso, la rabbia che inizialmente sentiva per la condizione di “bambina orfana di padre” è stata da stimolo nel costruire un “padre interiore” che le ha dato la determinazione giusta per affrontare la vita in maniera decisa.

E’ proprio nella relazione con gli altri che ha costruito, prima il percorso di studi in Psicologia, e poi la professione prima di giornalista, per proseguire in quella di webmaster grafica. Una professione, in apparenza, del tutto distante da ciò che ha studiato, ma che manteneva centrale la comunicazione, e quindi il rapporto con l’esterno.

La comunicazione visuale portata avanti, oggi con successo attraverso Etica Web, comprendente grafica tradizionale, fotografia e produzioni video è la migliore realizzazione che potesse sognare nella vita.

Silvia Amato Petragnani è anche cinema.

Nel rapporto con l’agente di cinema Tiziana Deodato, per la quale gestisce la comunicazione tramite sito e social, è venuta a contatto con il mondo del cinema, e da qui è nata l’idea di aprire una scuola di cinema che desse la possibilità a tutti gli amanti della settima arte di accedere a lezioni a prezzi vantaggiosi, e senza spese ulteriori di viaggi e trasferimenti. Considerando che le scuole professionali di cinema in Italia sono soprattutto a Roma, ha ideato e realizzato l’Associazione Culturale ScuolaCinema, che offre corsi online professionali con esperti di cinema.

Frequentando i loro corsi, diversi allievi hanno scoperto di avere talento ed hanno, così, iniziato un percorso di formazione professionale, che in diversi casi li hanno portati a presentarsi a provini professionali ed a prendere parte a progetti cinematografici.

Ed ora, l’avvio insieme a Mete Onlus, di Workshop Formativi mirati alla realizzazione di Audiovisivi riguardante la comunicazione sociale, e la rappresentazione di diritti umani.

Citiamo, in merito, la Campagna Mete Onlus for Arts and Humanity.