Infanzia
28
lug

“Il Diritto all’Infanzia” di Anna Rita Donisi

 

“I bambini non sono mini-persone con mini-diritti, mini-sentimenti e mini-dignità umana. Sono esseri umani vulnerabili con pieni diritti che hanno bisogno di maggiori tutele [rispetto agli adulti], non meno.

Maud de Boer-Buquicchio, ex Vice-Segretario Generale, Consiglio d’Europa (2002-2012)”.

Leggo questa citazione all’interno di un documento tra quelli che sto approfondendo e studiando in questo periodo da neogiurista.  Continuo a pensare a queste parole. Rifletto su come sia profondamente violato ogni giorno, in ogni parte del mondo, Italia inclusa, il diritto all’infanzia e all’adolescenza. Sono davanti alla cruda verità, che questa nostra cultura “evoluta” è di fatto un fallimento.

Vedere potenze mondiali perpetrare, se non addirittura, innovare gli infiniti modi per violare i diritti dell’infanzia, è il chiaro fallimento di una cultura che vive di sole proiezioni ma non di sostanza,  quindi non prese di posizione verso l’applicazione delle regole di diritto.

Ipocrisia culturale per pura speculazione economica è la sintesi della visione d’insieme, dove a pagarne il conto sono proprio esseri umani vulnerabili con pieni diritti che hanno bisogno di maggiori tutele, rispetto agli adulti, non meno, i bambini. Il mio oggi è un chiaro “J’ACCUSE!” contro il disinteresse generale per le sofferenze e i maltrattamenti, fisici e psichici, cui sono sottoposti i bambini di tutto il mondo, per mano di singoli e organizzazioni, pubbliche e private, per mano degli stessi adulti che dovrebbero proteggerli e tutelarli.

E se essere giurista vuol dire approcciarsi con metodo scientifico nell’analisi dell’agire umano, per  interpretare l’agire umano stesso e traslarlo in diritto,  altro non è, se non la scienza dell’organizzazione della società attraverso le Istituzioni e le regole operanti nei vari ambiti dell’agire umano. Allora chiedo a chi riveste ruoli chiave in ogni paese del mondo di difendere e applicare tali diritti, ponendo fine alla farsa che consente a troppi di trarre un qualsivoglia minimo, o massimo profitto dalla violazione dei diritti  dell’infanzia e dell’adolescenza.

Il diritto all’infanzia è il diritto di imparare, di giocare e di crescere in un contesto sicuro. Non parliamo di mere idee ma di diritti fondamentali di ogni bambino, di quella che è condizione essenziale alla crescita di esseri umani che saranno gli adulti del futuro. I bambini e gli adolescenti sono le persone cui stiamo già lasciando un mondo in cui la loro sofferenza non ha voce, e troppo spesso resta impunità. La loro sofferenza non è riconosciuta perché se un diritto resta disapplicato, rimane lì sulla carta stampata dimostrando che il paese che lo riconosce e lo disapplica, si macchia del più orrendo dei crimini: la complicità silente.

Lo so che ormai siamo in piena decadenza, che ormai le nostre capacità percettive e riflessive, sono anestetizzate dalla ricorrenza di immagini cruente su tutti i media, che impotenza, insofferenza ed indolenza serpeggiano nella quotidianità ma dobbiamo reagire.

Troppo spesso il dolore degli innocenti passa inosservato in balia del disinteresse generale per le sofferenze e i maltrattamenti, fisici e psichici, cui sono sottoposti i bambini e gli adolescenti, per mano di singoli e organizzazioni, pubbliche e private.

Ripensiamo ai casi di prostituzione minorile, di pedofilia, pensiamo al turismo sessuale fenomeno per il quale l’Italia detiene il triste primato, alle vittime della guerra, al traffico di organi nel mercato nero, molte vittime del quale sono bambini, oppure pensiamo alla mancanza di regolamentazione sulla vendita indiscriminata di armi e le sue conseguenze, l’obesità incentivata dalle grandi aziende alimentari o le catene dei fast food. Riflettiamo. Vi prego, riflettiamo. Concludo invitandovi ad osservare,

“Los Intocables”, progetto fotografico dell’artista cubano Erik Ravelo, che denuncia con sette immagini quello che è la nostra società. A volte solo le immagini riescono a farci riflettere più di mille parole.

 

Anna Rita Donisi
Neogiurista
Delegata Mete Onlus EN/AG/CL

 

Spread the love